aleppo

dimagrire
dimagrire
dimagrire
dimagrire
dimagrire
dimagrire
dimagrire
dimagrire
dimagrire
dimagrire

Il Sapone di Aleppo è un sapone per l'igiene e la cura personale, la sua composizione ` basata sull'uso dell'olio d'oliva con l'aggiunta di una percentuale variabile di olio d'alloro che ha proprietà antisettiche; è un prodotto tipico della città di Aleppo in Siria, mentre nella città palestinese di Nablus contiene solamente olio d'oliva senza l'aggiunta di olio d'alloro. Entrambe le suddette lavorazioni tradizionali sono esclusivamente artigianali e seguono una tradizione molto antica che si tramanda di generazione in generazione. I primi ritrovamenti risalgono al 2500 a.C. e sono state rinvenute addirittura nella location di Babilonia.

Pur non essendo questo un sito esclusivamente costruito per i prodotti naturali, c'è da dire che prendere l'abitudine ad usare questo tipo di prodotti piuttosto che prodotti fatti da sostanze chimiche sisntetiche, contribuisce a non introdurre nel corpo sostanze non naturali che ne potrebbero modificare il comportamento.

Ovviamente per qualsiasi questione di natura medica o patologica, la giusta persona da consultare è il proprio medico di fiducia.


Ad Aleppo, in Siria, il nostro fornitore è discendente di una famiglia che fabbrica il sapone da 7 generazioni.

Sia pure in ambienti puliti e sani e con l'aiuto di poca e moderna tecnologia la produzione e lo stoccaggio del sapone di Aleppo perpetua una tradizione ormai millenaria.

Il sapone di Aleppo è ottenuto dalla mescolanza di due ingredienti: l'olio di oliva e l'olio di alloro con l'aggiunta di un 10% di soda necessaria alla saponificazione.

A conferire pregio al prodotto è l'olio di alloro la cui percentuale è variabile dal 4% fino al 40% e più, anche se è utile ricordare come la sua percentuale ottimale sia compresa tra il 15 e il 30%.

Durante la nostra visita al produttore abbiamo verificato che queste sono le percentuali usate per il mercato locale.

Nella fabbrica il sapone già mescolato e semiliquido parte da grandi contenitori cilindrici e attraverso tubi di plastica flessibile viene messo per terra dove è riposto un sottile velo di carta semi lucida.

Il perimetro del pavimento che riceve il sapone è delimitato da uno scalino di circa 15 cm.

Due artigiani siriani, man mano che il sapone fuoriuscito dai tubi si espande per terra, provvedono con delle spatole a che lo stesso si distribuisca uniformemente misurando qua e là l'altezza.

Dopo il raffreddamento e quindi l'indurimento (quando viene sparso per terra è tiepido) il sapone viene tagliato e infilato in ambienti areati dove è lasciato a maturare per circa 9 - 10 mesi.

Durante questo tempo il sapone modifica il suo colore passando da un verde intenso ad un verde dorato.

Alla lavorazione di questo sapone non partecipano singoli individui ma intere e festanti famiglie composte da genitori, figli e nonni e durante quel momento di aggregazione lavorativa e sociale, sentita come un rito, si passano il testimone di una usanza e un arte nel fabbricare un bene antichissimo: il sapone di Aleppo.


Se non hai ancora trovato quello che cercavi per dimagrire con una dieta dimagrante per perdere peso, prova a guardare negli articoli proposti a lato